aggiornato il 10-03-2020 

Coronavirus: il nuovo decreto #IORESTOACASA 

estese a tutta Italia le limitazioni per le aree più colpite

 

Il nuovo DPCM del 9 marzo 2020 estende a tutto il territorio nazionale le misure e le prescrizioni già individuate per il territorio lombardo con DPCM dell’8 marzo 2020.

Alla luce delle nuove norme, valide fino al 3 aprile 2020, gli spostamenti delle persone sono vietati se non per comprovati motivi di salute, di necessità o di lavoro.

Sono SOSPESI:
- i servizi educativi per l’infanzia e scuole di ogni ordine e grado;
- la biblioteca comunale rimane chiusa;
- le manifestazioni e gli eventi, le scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati;
- palestre e centri sportivi, piscine e centri benessere, nonché gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati;
- chiusi i centri culturali, centri ricreativi, centri sociali, teatri, pub, cinema e discoteche;
- nelle giornate festive e pre-festive sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita, nonché gli esercizi commerciali presenti all’interno dei Centri commerciali e dei mercati;
- tutte le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri.

In generale vige il divieto degli assembramenti all'aperto e in locali aperti al pubblico.


ATTIVITÀ E SERVIZI GARANTITI:

- Gli UFFICI COMUNALI dei settori TRIBUTI, SPORTELLO AL CITTADINO, UFFICIO TECNICO e SERVIZI SOCIALI resteranno aperti al pubblico solo mediante  appuntamento telefonico o tramite mail.
I contatti sono reperibili sul sito web del Comune. Si raccomanda di prendere appuntamento con gli uffici comunali solo se strettamente necessario.

- Gli uffici della Polizia Municipale rimarranno aperti al pubblico.

- I mercati rionali potranno svolgersi, solo dal lunedì al venerdì, con rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1 metro.

- Ristoranti e bar potranno rimanere aperti dalle ore 6.00 alle ore 18.00 con obbligo a carico del gestore di garantire la distanza di sicurezza interpersonale (1 metro) con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione.

- Le altre attività commerciali, a condizione che sia garantito l’accesso con modalità contingentate o comunque idonee ad evitare assembramenti di persone, mantenendo la distanza interpersonale.

- Nelle giornate festive e prefestive rimarranno aperte le sole farmacie, le parafarmacie e i punti vendita di generi alimentari, il cui gestore deve garantire il rispetto della distanza interpersonale.


Si raccomanda a tutti i cittadini di rispettare le misure igieniche per le malattie a diffusione respiratoria quali:
• lavarsi spesso le mani con soluzioni idroalcoliche
• evitare i luoghi affollati
• indossare la mascherina sui mezzi pubblici e in luoghi sovraffollati
• coprirsi naso e bocca se si starnutisce o tossisce
• non prendere antivirali o antibiotici se non prescritti


DI SEGUITO I NUMERI UTILI DA CONTATTARE:

  • REGIONE LOMBARDIA INFO CORONAVIRUS 800894545
  • Attivo anche il numero di pubblica utilità 1500 del Ministero della Salute


Per ogni dubbio si invitano i cittadini a consultare i siti:  www.regione.lombardia.it e www.ats-milano.it/portale/In-primo-piano


E' attivo il numero verde 800 189 521 per la per la consegna gratuita a domicilio di farmaci.