aggiornato il 15-11-2015 

Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) 

le nuove istruzioni aggiornate con le ultime disposizioni.

 

 

 

L’Autorizzazione Unica Ambientale – istituita e disciplinata dal D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 (pubblicato sulla G.U. n. 124 del 29 maggio 2013) introduce un’unica autorizzazione che sostituisce fino a 7 diversi titoli abilitativi in campo ambientale richiesti dalle vigenti normative di settore, ossia:

· l’autorizzazione agli scarichi;
· la comunicazione per l’utilizzo delle acque reflue;
· l’autorizzazione alle emissioni in atmosfera (ordinarie e per le attività in deroga);
· la comunicazione o nulla osta per la previsione di impatto acustico;
· l’autorizzazione all’uso di fanghi ottenuti da depurazione in agricoltura;
· la comunicazione preventiva per l’utilizzazione agronomica degli effluenti;
· la comunicazioni in materia di recupero di rifiuti speciali non pericolosi e pericolosi.

E’ inoltre previsto che ogni Regione possa individuare, tra i provvedimenti attualmente in essere e aventinatura di comunicazione, notifica ed autorizzazione in materia ambientale, ulteriori atti che potranno essere ricompresi nell’A.U.A.



scheda informativa

-----------------------------------------------------------------------

A seguito dell'entrata in vigore della DGR 3827/2015 della Regione Lombardia gli oneri istruttori per le Autorizzazioni Uniche Ambientali hanno subito delle variazioni.

Per il calcolo degli oneri e per le modalità di pagamento alla Città metropolitana di Milano, ATO Città metropolitana di Milano e ATO Città di Milano è possibile seguire le indicazioni indicate al link: http://www.cittametropolitana.mi.it/ambiente/obiettivo/aua/oneri_aua.html